Attenzione! Si sono verificati alcuni problemi tecnici al nostro sito - Per ordinare o ricevere assistenza non esitate a contattarci! info@mister-canapa.com - 3519872410

Problemi tecnici sul sito. Contattaci per ordini o assistenza 3519872410

 

Categorie Curiosità sulla Canapa

Occhi rossi dopo aver fumato. Causa, durata, soluzioni

È un effetto collaterale comune che può essere fastidioso e preoccupante. Oltre a essere un segno che “rivela” di aver fumato Cannabis…
Perché succede? Come si risolve? È possibile fumare Cannabis ed evitare di avere gli occhi rossi? Cerchiamo di capirne di più.

Le cause

Sono diversi i fattori che concorrono all’insorgenza del rossore:

  • Dilatazione dei vasi sanguigni: il THC, il principale composto psicoattivo della Cannabis, è un vasodilatatore naturale. Anche i vasi sanguigni degli occhi si dilatano e l’afflusso di sangue ai bulbi oculari conferisce il caratteristico aspetto arrossato e iniettato di sangue.
  • Riduzione della lacrimazione: la Cannabis può ridurre la produzione di lacrime, causando secchezza oculare e irritazione.
  • Fumo: il fumo irrita gli occhi e può peggiorare la secchezza oculare
  • Allergie: alcune persone potrebbero avere una reazione allergica ad alcune sostante presenti nella cannabis, che possono causare arrossamento, prurito e gonfiore agli occhi.

occhi rossi

 

Quanto dura l’effetto?

Ogni persona reagisce in modo diverso. La durata di questo effetto però dipende anche da vari fattori, tra cui:

  • Quantità di Cannabis: dosi più elevate di Cannabis (THC) tendono a causare un arrossamento più intenso e duraturo.
  • Metodo di assunzione: fumare cannabis ha un effetto più rapido e intenso sugli occhi rispetto all’ingestione o alla vaporizzazione.
  • Suscettibilità individuale: alcune persone sono più sensibili agli effetti della Cannabis sugli occhi rispetto ad altre.

In generale, l’effetto occhi rossi scompare entro poche ore dalla fine dell’assunzione di Cannabis. Se l’arrossamento è persistente o accompagnato da altri sintomi come dolore, prurito o sensibilità alla luce, è importante consultare un medico.

E se mi sento male dopo aver fumato Cannabis?

Può succedere di avvertire un certo malessere dopo aver assunto Cannabis. In questi casi è importante sapere cosa fare:

  • Smettere di fumare: ovviamente non è il caso di continuare se ti senti già male!
  • Bere molta acqua: assumere molti liquidi per reidratare il corpo può alleviare alcuni dei sintomi negativi della Cannabis.
  • Mangiare: se si riesce, assumere del cibo può aiutare a stabilizzare lo zucchero nel sangue e ridurre il malessere.
  • Stare in un ambiente tranquillo: ritirarsi in una zona silenziosa può aiutare a ridurre l’ansia e la paranoia che possono verificarsi con l’assunzione di Cannabis.
  • Cercare aiuto: se ti senti molto male o se i sintomi non migliorano, cerca aiuto medico!

L’arrossamento degli occhi è dannoso?

La risposta è semplice: no.

Da un punto di vista sociale, alcuni ritengono inaccettabile o imbarazzante l’effetto degli occhi arrossati, ma non è altro che un effetto secondario naturale del consumo di Cannabis. Dal punto di vista fisico non è il caso di allarmarsi e gli effetti sono relativamente di breve durata. Assicurati solo di rimanere idratato e di non restare in stanze fumose. Può essere utile anche avere a portata di mano un collirio apposito per ottenere un rapido sollievo.

 

occhi rossi

La Cannabis Light causa l’arrossamento degli occhi?

Avendo un bassissimo contenuto di THC l’erba legale non provoca gli effetti collaterali che si verificano nell’organismo dei consumatori di marijuana ad alto contenuto di THC. Nessun effetto psicotropo o alterazioni dello stato d’animo… e nemmeno occhi iniettati di sangue!
Al contrario, grazie alle elevate concentrazioni di CBD si possono sfruttarne i diversi benefici sull’organismo, tra cui le proprietà calmanti e analgesiche.

Se vuoi provare le nostre varietà, abbiamo un’ampia scelta di Fiori che accontenta anche i palati più esigenti. Inoltre, ti consigliamo di provare anche i Filtri in ceramica a carboni attivi per migliorare la tua fumata:

> Infiorescenze Light
> Filtri Weedlez

 

Il CBD causa l’arrossamento degli occhi?

Il CBD non è psicoattivo e non produce gli stessi effetti collaterali della Cannabis, tra cui gli occhi rossi. Se desideri assumere CBD, puoi farlo in diversi modi, tra cui:

  • Olio CBD: può essere assunto per via sublinguale (sotto la lingua) o aggiunto a cibi o bevande.
> Vai ai prodotti Oli CBD
  • Capsule CBD: un modo pratico e preciso per assumere una dose specifica di CBD.
> Vai al prodotto Capsule CBD
  • Cristalli CBD: sono la forma più pura di CBD e possono essere vaporizzati o assunti per via sublinguale.
> Vai ai prodotti Cristalli CBD puro
  • Fiori CBD: possono essere fumati o vaporizzati. Tuttavia, è importante sottolineare che fumare qualsiasi sostanza, anche se legale, può irritare i polmoni e causare problemi respiratori.
> Vai ai Fiori
> Vai ai Vaporizzatori

 

Se vuoi esplorare il mondo del CBD, ne abbiamo parlato diverse volte nel nostro blog.
Ti consigliamo questo articolo:

CBD: mini guida alla vaporizzazione

Riassumendo

Dopo aver fumato Cannabis ad alto contenuto di THC, gli occhi rossi sono un effetto collaterale comune e generalmente innocuo.
Se l’arrossamento è persistente o accompagnato da altri sintomi, è importante consultare un medico.
La Cannabis Light non produce gli stessi effetti collaterali in quanto ha un contenuto di THC molto basso.
Il CBD non contiene THC e può essere assunto in diversi modi, tra cui olio, capsule, cristalli e fiori.

AZIENDA

 

* In caso di pagamento alla consegna si applica una commissione di 5,90€.

PER INFORMAZIONI

WhatsApp: 3519872410
Email: info@mister-canapa.com

Dove trovarci

Via Colico 36, 20158 Milano (MI)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.
Mastercard Maestro American Express Visa Diners Club JCB Satispay Money
corriere
Hai bisogno di aiuto?